La biografia di Demetrio Naccari

La storia, la vita, la formazione

Demetrio Naccari Carlizzi,

Nato a: Roma, il 3 aprile 1967 e residente a Reggio Calabria

Stato Civile: Sposato e padre di due bambini.

Professione: Avvocato

In politica:

A 26 anni, viene nominato da Mino Martinazzoli, commissario provinciale del PPI di Reggio Calabria con il compito di avviare un profondo processo di rinnovamento e risollevare il partito dopo la sconfitta elettorale del dopo tangentopoli.  Al congresso viene eletto segretario provinciale, carica che manterrà fino al 1997

Nel 1995 entra in consiglio comunale e da capogruppo del PPI sostiene la maggioranza dellallora Sindaco Italo Falcomatà.
Allimpegno di ricostruire il partito in vista dellimportante scadenza elettorale si unisce cosi limpegno di garantire stabilità politica allesecutivo a guida Falcomatà.

Alle amministrative dellaprile del 1997 guida la lista del PPI e con la vittoria del centrosinistra sul polo delle libertà, storica per la citta di Reggio,  viene rieletto consigliere comunale e nominato vice sindaco con delega all Organizzazione e Risorse Umane, Affari Generali, Area Legale e Contratti, Sviluppo Locale e innovazione. Il PPI diventa il primo partito cittadino.

Lasciata la segreteria provinciale si dedica completamente al suo ruolo istituzionale contribuendo in modo rilevante alla riorganizzazione ed innovazione dellamministrazione comunale.

Sconfitta AN  anche nelle elezioni del 2001,  viene rieletto consigliere comunale di Reggio Calabria ed a conferma del buon lavoro svolto arriva anche il record di preferenze.

Nel nuovo esecutivo Falcomatà viene così riconfermato nella carica di vice sindaco  con delega allOrganizzazione e Risorse Umane, Esternalizzazione dei servizi, Innovazione, Affari Generali e Contenzioso.

In seguito alla malattia e poi alla prematura scomparsa del Sindaco Falcomatà, dal dicembre 2001 al maggio 2002 è Sindaco facente funzioni del comune di Reggio Calabria.

In questi anni di ruolo istituzionale si è contraddistinto per essere:

·         Autore del regolamento comunale di RC sul procedimento amministrativo e del Manuale dei procedimenti amministrativi

·         Autore del progetto di semplificazione e innovazione delle procedure comunali

·         Autore della revisione delle strutture organizzative dellEnte

·         Autore dei piani di aziendalizzazione e decentramento produttivo dei servizi, di riqualificazione e riorganizzazione degli uffici e del personale, di cablaggio a fibre ottiche e di digitalizzazione del Comune.

Candidato a Sindaco nelle elezioni del maggio 2002 arriva però la sconfitta. Il tradimento dellUdeur,  passato tra le fila del centrodestra, spiana di fatto la strada ad AN che, con Scopelliti, riconquista Palazzo San Giorgio. 53 a 46% il verdetto finale.

E eletto così Consigliere comunale ed è componente delle Commissioni Statuto e Regolamenti, Bilancio, Assetto del Territorio, Servizi Sociali, Decentramento

Dal 2003 entra a far parte della Consulta Nazionale degli EE.LL. della Margherita e della Cabina di Regia e della Tecnostruttura per il Mezzogiorno della Margherita Nazionale.

Nel 2005 è candidato alle regionali e con oltre 8.000 voti di preferenza fa il primo eletto nella lista de La Margherita Democrazia e Libertà nella circoscrizione di Reggio Calabria. Il Centrosinistra guidato da Agazio Loiero vince sul centro destra targato Sergio Abramo. Nel corso della legislatura è presidente della seconda Commissione: Bilancio e programmazione economica, e componente della  Commissione regionale antimafia, del Comitato regionale per la qualità delle leggi e della Commissione Affari Generali.

Nel giugno 2006 dopo lomicidio Fortugno, è eletto Vice Presidente del Consiglio Regionale  e  successivamente, viene nominato assessore con delega alle Infrastrutture ed ai Trasporti, incarico che ricoprirà dal 20 settembre al 22 dicembre 2006.

Nellottobre del 2007 è eletto componente della Commissione Codice Etico del Partito Democratico nel corso dellAssemblea Costituente Nazionale di Milano.

Il  30 novembre 2007 in seguito al rimpasto nel governo regionale voluto dal Presidente Loiero per rilanciare lazione politico-amministrativa dellEnte, viene nominato Assessore al Bilancio ed ai Trasporti nella nuova giunta regionale della Calabria. Da assessore sì è contraddistinto per :

·         Essere stato autore della legge sulla povertà

·         Aver bloccato, in ambito sanitario, le transazioni sullextra budget

·         Aver votato contro Why Not

·         Aver iniziato la causa per la rescissione dei contratti sui derivati

·         Aver contestato i costi della politica

·         Essere stato autore della L.R. 15/2008 Piano di revisione della spesa ed elaborazione del bilancio per missioni e programmi, del Bilancio generazionale e dei bilanci di genere e sociale.

·         Essere stato autore del Piano Strategico della Mobilità

 

Il 30 giugno 2008 è eletto componente della Direzione Nazionale del Partito Democratico.

Studi ed esperienze professionali:

Maturità classica presso il Liceo-Ginnasio Tommaso Campanella (RC), nel 1985, consegue nel 1991 la Laurea in Giurisprudenza presso lUniversità di Messina discutendo la tesi Le Azioni positive in tema per pari opportunità;

Cultore della materia a carattere permanente per il SSD IUS/10 Diritto Amministrativo

Dal 1994 è iscritto allAlbo degli Avvocati del Consiglio dellOrdine di Reggio Calabria;

Nel 1995 perfeziona i propri studi  presso lUniversity of California Davis -  Department of Political Science,  sul tema Le Istituzioni e il Governo Nazionale Americano;

Nel 1996 vince una borsa di studio presso il Dipartimento di Diritto allOrganizzazione pubblica, Economia e Società della Facoltà di Giurisprudenza dellUniversità di Reggio Calabria, dove svolge attività di ricerca presso lOsservatorio sullattività degli Enti Locali, con particolare attenzione al riassetto dei servizi degli Enti Locali ed alla verifica dello stato di attuazione della legge 142/90.

Dal 1999 al 2003 è consigliere damministrazione dellAnciform srl

Nel  2000 è componente del gruppo di lavoro, coordinato dal Prof. Silvio Gambino, istituito presso il Dipartimento di Organizzazione Aziendale e Amministrazione Pubblica dellUniversità degli Studi della Calabria, con lo scopo di realizzare un programma di ricerca sulle innovazioni normative introdotte dal legislatore nazionale circa la nuova architettura delle Regioni e degli Enti Locali;

È lautore del Piano di innovazione tecnologica per la città i Reggio Calabria che figura tra i progetti segnalati del premio edizione 2000 Cento progetti al servizio dei cittadini bandito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica;

2001, Relatore al Third Global Forum di Napoli su Digital cities for the improvement of local government

Dal 2004 al 2005 è consigliere damministrazione della Formautonomie spa

2009 perfeziona i suoi studi presso la University of Oslo Course in topics in Economics Analysis of Institution

In materia di Enti Locali, ha pubblicato:

2002, Innovazione e sviluppo nei governi locali: il caso di Reggio Calabria, Collana editoriale A.N.C.I., Editrice C.E.L.

2001, Lattuazione regionale della riforma Bassanini in materia di Sportello Unico delle attività produttive e C.C.I.A.A., Dipartimento di Organizzazione aziendale e amministrazione pubblica, Osservatorio per le politiche dei poteri locali, Università della Calabra;

2000, Assessori e Giunta tra funzione consultiva e ruolo di amministrazione propria in Il Governo Locale Oggi, collana editrice A.N.C.I., Editrice C.E.L..

2009 Federalismi, Diseguaglianze e Mezzogiorno (Città del Sole Edizioni)

2009 Undetermined federalism in Italy. Dualism, equilibrium games and sustainability of inequalities (Città del Sole Edizioni)

2009  La Calabria diventa una regione sostenibile in Il bilancio di genere in Calabria: strumento di sviluppo sociale e territoriale a cura di M.S. Ciarletta

2010 Il Federalismo indeterminato

 

Galleria fotografica: La biografia di Demetrio Naccari

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Non ci sono commenti